La Federazione nazionale degli Ordini lancia una campagna social per bloccare l’uso improprio della qualifica di infermiere.   

Dopo gli ultimi fatti accaduti legati all’operazione “Mondo Sepolto” che ha portato all'arresto a Bologna di operatori che in accordo con alcune imprese di pompe funebri avevano organizzato un vero e proprio mercato delle salme, ma che in modo assolutamente improprio e inesatto sono stati classificati come infermieri, la Federazione Nazionale prende una posizione netta sulla cattiva immagine che i media propongono.